Inesa Baltatescu

img-20161031-wa0005Inesa Baltatescu nata nel 1995 a Chisinau (Moldavia), inizia lo studio del violino a 6 anni sotto la guida della M. Svetleana Balaescu. Nel 2012 si trasferisce in Italia e si iscrive al corso triennale di violino pressio il conservatorio “A. Boito” di Parma, e attualmente studia con Grazia Elisabetta Sarradimigni. Frequenta inoltre il corso di musica da camera tenuto dal maestro Pierpaolo Maurizzi e il corso di quartetto della maestra Olga Arzilli. 

In seguito ha intrapreso l’attività concertistica con l’Ensamble da camera “A. Boito” diretto dal maestro P. Maurizzi, il gruppo di musica contemporanea del conservatorio diretto dal maestro Danilo Grassi, l’Ensamble Accademia del Carmine diretto dal maestro Petr Zejfart, l’Ensamble Jazz del conservatorio diretto dal maestro Roberto Bonati e l’orchestra sinfonica del conservatorio “A. Boito, spesso con il maestro Roberto Cappello in veste di solista.

Ha lavorato inoltre nell’Orchestra regionale dell’Emilia Romagna, Orchestra del Festival ianistico internazionale di Brescia e Bergamo, MG-INC Orchestra, Provadorchestra sotto la direzione di maestri quali Andrea Battistoni, Francesco La Vecchia, Matteo Pagliari, Carla del Frate e Marco Dallara.

Si è esibita in sedi quali il Teatro Regio di Parma, la casa della musica di Parma, l’auditorium Paganini di Parma, il teatro comunale Romolo Valli di Reggio Emilia, il teatro comunale Luciano Pavarotti di Modena, il teatro della fondazione collegio San Carlo di Modena, il teatro civico di Vercelli, il teatro Verdi di Busseto, l’auditorium della conciliazione di Roma, la sala Verdi del conservatorio di Milano, il museo del violino Auditorium Giovanni Arvedi di Cremona, il teatro sociale di Pinerolo.

Ha inoltre partecipato a importanti festival, quali il festival Verdi di Parma e il Bologna festival.

Ha partecipato a preziose masterclasses insieme a maestri come Kolia Lessing e Yves Savary

Nel 2016 prende parte come membro dell’Ensemble di Musica Contemporanea del Conservatorio “A. Boito” di Parma alla prima esecuzione assoluta di “American Songs” di Luca Mosca per il Bologna Festival e a Venezia per conto della Fondazione “Emilio Vedova” sotto la direzione di Pierpaolo Maurizzi con Cristina Zavalloni.